valutazione paziente post implantologia

Quanti impianti dentali si possono fare in una seduta?

Tabella dei Contenuti

Introduzione

La domanda “quanti impianti dentali si possono fare in una seduta?” è assai frequente tra i pazienti che necessitano di interventi di implantologia dentale presso il nostro studio dentistico di Roma San Giovanni.

Nonostante comprendiamo quanto si tratti di una domanda del tutto lecita, tra chi non è addetto ai lavori e deve subire un intervento comunque invasivo, va comunque detto che non esiste un numero che consenta di dare una risposta precisa.

Difatti, grazie alle moderne tecniche odontoiatriche disponibili, oggi è possibile inserire tutti gli impianti necessari in una singola seduta, a condizione che il paziente sia in buona salute e non abbia particolari patologie pregresse.

Un tempo era necessario intervenire inserendo un singolo impianto dentale volta per volta, ora metodologie come l’implantologia all-on-4 o l’all-on-6 consentono la sostituzione anche di un’intera arcata dentale, ristabilendo le piene funzioni in non più di 24-48 ore!

Prima dell’intervento, attraverso un’analisi preliminare tramite tomografia computerizzata Cone Beam, è possibile valutare tridimensionalmente e con precisione l’anatomia orale del paziente, pianificando al meglio la posizione degli impianti e la tipologia di intervento.

Questo permette di effettuare una procedura altamente personalizzata, minimamente invasiva e con carico immediato, dove il paziente può ottenere un sorriso fisso in poche ore.

Più in generale, possiamo dire che la decisione finale su quanti impianti si possono fare in una seduta, dipende dalle specifiche esigenze del paziente e dalla valutazione del dentista, ecco perché non può esserci una risposta precisa, ma dipende sempre dal singolo caso.

Approfondiamo meglio questi concetti, per dare una risposta ancor più precisa.

Analisi preliminare delle condizioni di salute del pazientevalutazione preliminare dentista per capire quanti impianti dentali si possono fare in una seduta

Per capire quanti impianti dentali si possono fare in una seduta, il dentista dovrà sempre partire da un’analisi meticolosa delle condizioni generali e orali del paziente.

Presso lo Studio Falchetti di Roma seguiamo un iter ben preciso, preliminarmente all’esecuzione di un intervento di implantologia dentale.

In primis raccogliamo tutte le informazioni utili a ideare la storia clinica del paziente; ogni aspetto, anche quello meno rilevante, viene preso in considerazione (presenza di problemi di salute cronici, farmaci in uso, allergie eventuali che possono influenzare la guarigione e il successo implantare).

In seguito, è essenziale esaminare la densità e il volume dell’osso mascellare (e questo lo facciamo attraverso tecnologie avanzate come la tomografia computerizzata Cone Beam), per assicurarsi che ci sia un adeguato supporto osseo per l’inserimento di una fixture in titanio.

L’analisi si estende, ovviamente, anche allo stato di salute del cavo orale nel suo complesso; si andrà a valutare la presenza di carie attive e malattie gengivali, tutte informazioni essenziali per prevenire complicazioni post-operatorie.

Inoltre, si considerano l’occlusione e la funzionalità mascellare per determinare il posizionamento ottimale degli impianti e la progettazione della protesi. È fondamentale anche valutare le abitudini di igiene orale del paziente e la sua motivazione alla manutenzione dell’impianto, elementi cruciali per la durabilità del trattamento.

Un aspetto non meno importante è l’analisi estetica, soprattutto per gli impianti posizionati nella zona anteriore, per garantire che il risultato finale sia armonioso e naturale.

Tutto questo può sembrare una valutazione fin troppo approfondita, ma permette di sviluppare una strategia di inserimento dell’impianto dentale davvero personalizzata e mirata a soddisfare realmente le esigenze dei nostri pazienti.

Quanti impianti dentali si possono fare in una seduta? Alcuni casi di riferimentoquanti impianti dentali si possono fare in una seduta posizionamento in bocca paziente

Come abbiamo visto, la determinazione di quanti impianti dentali si possono fare in una seduta è influenzata principalmente dallo stato di salute generale e orale del paziente e dalle specifiche esigenze di riabilitazione del cavo orale.

Poniamo il caso che il paziente di riferimento presenti un’ottima salute orale senza complicazioni significative: in questo caso il numero di impianti da inserire può variare tranquillamente a seconda delle necessità individuali, senza limiti particolari nella stessa seduta.

Per i pazienti che richiedono la sostituzione di più denti singoli ma non l’intera arcata, la tecnologia moderna permette di inserire più singoli impianti in un’unica sessione, riducendo il disagio e accelerando il processo di riabilitazione.

In questi casi una sedazione endovenosa assistita facilita notevolmente l’esperienza, rendendola indolore e confortevole per il paziente.

In situazioni dove è necessaria la ristrutturazione di un’intera arcata o di entrambe, non è necessario posizionare un impianto per ogni dente mancante.

In questo caso usiamo tecniche come l’All-on-4 o l’All-on-6, che offrono soluzioni efficienti, permettendo il ripristino completo con soli quattro o sei impianti, rispettivamente, riabilitando l’arcata nell’arco di una singola giornata.

Queste metodologie, che possono essere supportate digitalmente, sono particolarmente vantaggiose per i pazienti con atrofia ossea in quanto minimizzano la necessità di innesti ossei invasivi.

Infine, se il paziente presenta condizioni pregresse che influenzano la qualità o la quantità dell’osso mascellare, può essere necessario un approccio più cautelativo.

In questi casi, l’implantologo potrebbe optare per un innesto di osso prima di procedere con l’inserimento degli impianti.

Anche in casi come questo, l’impiego di manufatti protesici come l’All-on-4, consente di procedere con successo alla riabilitazione completa in una sola seduta, a meno che non si rendano necessarie più sessioni per garantire la massima sicurezza e efficacia del trattamento.

Conclusioni

modellino di impianto dentale

Come abbiamo visto in questo approfondimento dedicato, non esiste un numero fisso di impianti dentali da inserire in una seduta per rispondere, poiché il piano di trattamento è sempre personalizzato in base alle condizioni specifiche del paziente e alle esigenze del caso.

L’implantologo valuterà attentamente la situazione per determinare il numero ideale di impianti necessari, tenendo conto della salute generale, della qualità dell’osso e delle preferenze individuali, garantendo così un approccio personalizzato che massimizzi l’efficacia e la sicurezza della riabilitazione orale.

Ciò che conta, quindi, non è porsi questo tipo di problematiche: un professionista in implantologia dentale, saprà perfettamente analizzare il caso di partenza e trovare la soluzione che renderà l’esperienza del paziente la più confortevole possibile.

Come abbiamo visto, esistono moderne soluzioni protesiche che consentono di ottenere risultati davvero eccezionali in termini di ripristino della funzione masticatoria, fonetica ed estetica, nell’arco di solo 24-48 ore.

Stai cercando un esperto in implantologia a Roma, che sappia valutare al meglio il tuo caso e consentirti il perfetto ripristino del cavo orale? Ti trovi nel posto giusto!

Lo studio dentistico della Dr.ssa Paola Falchetti è all’avanguardia nella realizzazione di trattamenti di implantologia dentale; attraverso le più moderne tecnologie, possiamo donarti nuovamente il sorriso che meriti, con interventi di assoluto livello, ripristinando in tempi rapidi le funzioni del vostro cavo orale.

Vuoi saperne di più?

Prenota una visita di controllo contattandoci al 06 7720 1233 o al 392 8022 767. In alternativa, compila il modulo online che trovi qui sotto, per fissare un appuntamento.

Ci troviamo a Roma San Giovanni, in Via Cappadocia 12-18; siamo pronti ad assisterti con le migliori soluzioni odontoiatriche!

Dr.ssa Paola Falchetti